Statistiche Mercato del lavoro

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2016

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2015

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2014

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2013

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2012

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2011

- AlmaLaurea - Condizione occupazionale 2010

ITALIA 2020, Piano di azione per l’occupabilitá dei giovani attraverso l’integrazione tra apprendimento e lavoro - Ministeri del Lavoro e Istruzione
Il documento, elaborato dai Ministri del Lavoro e dell’Istruzione, Maurizio Sacconi e Mariastella Gelmini individua le linee di azioni comuni tra i due Ministeri da perseguire attraverso una "cabina di pilotaggio" condivisa al fine realizzare la piena occupabilità.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Sicurezza e prevenzione 2009 - Ministero del Lavoro
Realizzata dal Ministero del Lavoro in collaborazione con il Sole 24 Ore, la newsletter propone notizie, approfondimenti e interviste allo scopo di informare i cittadini rispetto alle novità legislative e alle iniziative del Ministero, fornire dati e analisi sul fenomeno infortunistico, diffondere la cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro presso le aziende, i lavoratori, le associazioni di categoria e tutti gli operatori del mondo del lavoro.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

La Rete di servizi al lavoro - Isfol, Italia Lavoro
Lo studio intende fornire una fotografia, quanto più dettagliata possibile, della Rete dei Servizi per il Lavoro, attraverso le novità in ambito normativo, programmatico, organizzativo e operativo.
Il lavoro, frutto della collaborazione fra Isfol e Italia Lavoro, identifica la natura e la consistenza delle informazioni trattate dalle diverse componenti della Rete, mettendone in evidenza le classificazioni, le varianze, le omogeneità.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Università e Lavoro 2008 - Orientarsi con la statistica - Istat
Quali sono i corsi di laurea che presentano maggiori difficoltà? Quali consentono più facilmente di trovare lavoro?
Sono solo alcune delle domande alle quali il documento cerca di rispondere. Lo fa attraverso un'indagine campionaria rivolta a 47.300 individui, dei quali analizza la situazione occupazionale a un anno dal conseguimento del titolo di studio.
Le informazioni raccolte sono relative a tutte le Università italiane, assicurando così l'attendibilità rispetto all'intero territorio nazionale e a tutti i corsi di studio attivati nel sistema universitario.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Rapporto sul mercato del lavoro 2008, Isfol
Il documento presenta una dettagliata fotografia dello scenario del mercato del lavoro 2008 in Italia. Si articola in due ampie sezioni che raccolgono i temi del lavoro e della formazione, precedute da una panoramica sulla dimensione europea che da tempo si pone come imprescindibile quadro di riferimento per le politiche nazionali.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Il caso dei "Centri integrati per l'impiego": le prospettive di costruzione di un sistema integrato di politiche attive e passive in Italia, Isfol 2008
Il documento raccoglie le prime conclusioni di uno studio che l'Isfol ha avviato allo scopo di indagare le collaborazioni tra Inps e Centri per l’impiego (Cpi), aventi ad oggetto la creazione di strutture integrate (“Centri integrati per l’impiego”). Tali conclusioni sono state oggetto di riflessione nell’ambito del VI convegno internazionale in ricordo di Marco Biagi, Diritti e tutele nel nuovo mondo del lavoro. Le ragioni per lo studio comparato ed interdisciplinare delle relazioni di lavoro, tenutosi a Modena il 17-19 marzo 2008.
Sebbene le sperimentazioni avviate siano poco numerose e concentrare in determinate aree territoriali, il quadro che ne emerge vede i Centri integrati offrire utili indicazioni alle prospettive di riforma del sistema degli ammortizzatori sociali, anche alla luce della recente approvazione della legge n. 247/2007, la quale conferisce un nuovo mandato all’Esecutivo per l’intervento in materia.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Indicatori congiunturali sul mercato del lavoro ed economici nazionali ed internazionali, Ministero del Lavoro e della Previdenza sociale
In questo numero viene analizzata l’evoluzione dell’occupazione, della disoccupazione e dell’offerta di lavoro relativa al terzo trimestre 2007, così come risulta dalla rilevazione continua sulle forze di lavoro realizzata dall’ISTAT; il documento riporta anche altri indicatori sul mercato del lavoro: retribuzioni contrattuali ed effettive, ore lavorate, costo del lavoro, ma anche previsioni sul mercato del lavoro, basate su alcune indagini ISAE e sull’indagine Excelsior 2007 (elaborata da Unioncamere e cofinanziata dal Ministero del Lavoro), ed il clima di fiducia delle imprese industriali e delle famiglie, tratte dalle inchieste mensili e trimestrali elaborate dall’ISAE. Infine, viene illustrata la dinamica riguardante l’economia mondiale tramite alcuni indicatori come il P.I.L., i prezzi, il clima di fiducia, la produzione industriale, ed elaborati alcuni confronti sulle principali tendenze occupazionali in ambito internazionale.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)


La partecipazione degli adulti ad attività formative, Istat
L'indagine rileva la partecipazione degli adulti ad attività formative di tipo formale e di tipo non formale nonchè il ricorso all'autoformazione. Il campione comprende 24 mila famiglie per un totale di circa 54 mila individui.
L'obiettivo è di evidenziare sia coloro che continuano ad apprendere e a formarsi durante il corso della loro vita sia gli esclusi che non partecipano ad alcuna attività di formazione.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Forze di lavoro. Media 2006, Istat
Sono 2,6 milioni in più gli occupati dal 1997 al 2006 mentre sono 900.000 in meno i disoccupati.
E' positivo il bilancio tracciato nell'ultimo volume dell'Istat sulle forze di lavoro media 2006. In un decennio l'occupazione ha registrato un vero e proprio boom: da 20.384.000 occupati nel 1997 (anno nel quale è entrato in vigore il pacchetto Treu) si è passati a 22988.000 nel 2006.
Determinante è stata l'occupazione femminile che ha contribuito con quasi 1,7 milioni di persone rispetto a 1.022.000 occupati di sesso maschile e, soprattutto, il lavoro dipendente che è cresciuto sensibilmente rispetto a quello indipendente.
Diminuisce, invece, la disoccupazione: da 2.584.000 individui del 1997 a 1.673.000 nel 2006.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

The Universum Graduate Survey 2007
Che cosa interessa veramente i giovani oggi? Quali canali preferenziali utilizzano nella ricerca di informazioni sul mondo del lavoro? Quali aziende attraggono maggiormente i giovani?
A queste domande risponde il rapporto annuale 2007 a cura della Universum, Global Employer Branding Leader, un valido aiuto per tutti i datori di lavoro che, attraverso tale strumento, potranno meglio individuare le modalità con le quali attrarre nuove competenze e comunicarle agli studenti.
Il documento si divide in 4 parti: profilo dello studente, posizione nel mercato, immagine del datore di lavoro, comunicazione. Per ognuna di queste sono riportate le statistiche relative con elaborazioni grafiche e tabellari.
Il rapporto contiene, tra l'altro, l'elenco delle aziende d'interesse per i giovani con prospettive di lavoro all'estero, con competenze specifiche in determinati settori, con aspirazioni nel diventare manager d'azienda.
Gli studenti sono classificati per sesso, età, area di studio, tipo di laurea, conoscenze linguistiche, esperienze formative e professionali.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

I Lavoratori parasubordinati tra professione e precariato. Rapporto 2007, Nidl-Cgil e Università La Sapienza, Roma
La sintesi del rapporto, qui riportata, affronta il tema del lavoro atipico, tracciando il quadro della condizione dei lavoratori in Italia al 2006.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

La rete Eures-Italia - Primi elementi di valutazione, 2005-2006
Il documento affronta il tema relativo alla rete Eures a tre anni dalla ridefinizione della base giuridica che ne ha modificato gli assetti organizzativi, l’articolazione professionale ed operativa. Eures si configura come uno degli strumenti attraverso il quale i servizi per l'impiego possono agire sull'"adattabilità" dei lavoratori, migliorando l'occupabilità.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Monitoraggio delle Politiche Occupazionali e del Lavoro, febbraio 2007, Ministero del Lavoro
Il documento affronta i temi relativi all'occupazione e al mercato del lavoro, le novità in ambito normativo, le politiche del lavoro in genere, le misure di promozione dell'occupazione, gli strumenti di supporto per i disoccupati e i servizi pubblici per l'impiego.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Rilevazione sulle forze di lavoro, IV trimestre 2006, Istat
L'indagine, riferita al periodo compreso tra il 2 ottobre e il 31 dicembre 2006, rileva i principali aggregati dell'offerta di lavoro. In particolare, fornisce la stima degli occupati, delle persone in cerca di occupazione e degli inattivi.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Università e Lavoro: orientarsi con la statistica, 2006, Istat
Il volume, attraverso esempi ed evidenze empiriche, vuole aiutare nella scelta chi si appresta a iscriversi all’università.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

I laureati e lo studio - Inserimento professionale dei laureati, indagine 2004, Istat
L'indagine intende offrire un utile strumento di valutazione dell’efficacia del sistema di istruzione superiore attraverso l’analisi comparativa della resa dei diversi titoli di studio sul mercato del lavoro.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato PDF)

Classificazione dei titoli di studio, 2003, Istat
Il documento ricostruisce nel modo più estensivo possibile, l'insieme dei titoli di studio emessi in Italia e potenzialmente in possesso della popolazione.
(Clicca qui per visualizzare il file in formato EXCEL)